Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo

012
Pubblicato 20 Luglio 2012 Visite: 1517
Stampa

 

Martedì 23 Ottobre 2007 - LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNOScibile Invisibile Proibito

Parte l’anno accademico della Società Dante Alighieri

di Lucia De Gregorio

«M i aspetto che qualcuno mi dimostri se ho torto o ragione». Queste le parole di Luca Caricato, alla presentazione della sua prima fatica letteraria, dal titolo emblematico «Scibile invisibile proibito»,
nel corso dell'inaugurazione dell'anno accademico
della società Dante Alighieri.
«La mia ricerca non finisce certo con la pubblicazione di questo libro – ha affermato Caricato – perchè ho intenzione di continuare, anche se so che quello che
mi aspetta è un mistero. E sono pronto anche ad accettare delle critiche. Intanto – aggiunge il giovane lucano – sono felice di poter presentare proprio nella mia città il libro frutto di ricerche lunghe e minuziose
e spero profondamente di ricevere dalla Regione o dall'Università degli studi della Basilicata offerte per proseguire, perchè non vorrei che la mia indagine
fosse continuata da altri atenei, nazionali e non». Caricato, infatti, dottore in lettere moderne proprio presso l'Università lucana, è già stato contattato da docenti ed esperti della materia, per illustrare la sua
tesi, che parte da «La Vergine delle rocce», ma approda ad altri dipinti leonardeschi, quali «La Gioconda», probabilmente il più emblematico, «Il Cenacolo», tra i più studiati e «L'adorazione dei Magi», rimasto incompiuto dal genio rinascimentale,
passando attraverso altre famosissime tele di altrettanti pittori, tra i quali ricordiamo Caravaggio e Teniers. Parole di approvazione sono giunte dalla professoressa Franca Laurita Laraia, presidente
della società Dante Alighieri, per la sezione lucana: «Di Luca Caricato – ha affermato – mi ha colpito subito la personalità eclettica: egli è innanzitutto un
pittore, ha alle spalle studi da geometra e si è laureato in lettere moderne». La professoressa Laraia ha sottolineato, inoltre, l'originalità degli studi condotti da Caricato, che ben si inseriscono nel contesto della Dante Alighieri, fondata nel 1889 da Giosuè Carducci, per tutelare e difendere la lingua e la cultura italiana nel mondo.

Allegati:
Scarica questo file (Gazzetta 23 ottobre07.pdf)Gazzetta 23 ottobre07.pdf[ ]304 Kb
 
Pubblicato 16 Luglio 2012 Visite: 6959
Stampa

 Il Venerdì di Repubblica 24 agosto 2007 -Articolo del giornalista scientifico Renato Sartini.   

Eresie? A Potenza tesi di laurea su una rilettura della Vergine delle rocce di Leonardo.

Discusso un altro Codice da Vinci. In ateneo. 

I quadri di Leonardo da Vinci tornano a far discutere. Questa volta però la «scoperta» di un codice nascosto all'interno della Vergine delle roccie ha l'avvallo del mondo accademico: la rivelazione infatti non si trova in un bestseller, ma in una tesi di laurea. «In quel dipinto Leonardo ha nascosto immagini eretiche e io l'ho dimostrato della mia tesi, discussa presso l'Università degli Studi della Basilicata» sostiene il trentenne Luca Caricato. Cos'è che avrebbe dimostrato, lasciando a bocca aperta i relatori? Per esempio che sovrapponendo il quadro originale con la sua copia «rovesciata» assume un senso la strana posizione della mano sinistra di Maria (si poggia sul capo di un bambino). E che però, nello stesso tempo, dal panneggio asimmetrico sul grembo della Madonna compare la figura di Asmodeo, il demone che ha introdotto nel mondo le scienze proibite. «D'altra parte» fa notare Caricato «Leonardo, a causa della Vergine delle roccie, subì un processo lungo più di vent'anni». Per questa eresia? Agli studiosi di Leonardo l'ardua sentenza (re.sa.)



Si stanno nel frattempo accumulando nuovi sviluppi. Questo stesso articolo che avete appena letto prima di essere pubblicato dal giornalista scientifico ing. Renato Sartini, è stato sottoposto alla scrupolosa attenzione di una esperta di storia delle religioni e di un fisico.

I contenuti dell'articolo sono stati accuratamente esaminati, proprio per evitare qualsiasi errore di interpretazione storica.

 
Pubblicato 02 Luglio 2012 Visite: 1189
Stampa
 
Pubblicato 30 Giugno 2012 Visite: 1290
Stampa

Elenco di link che parlano di Luca Caricato:

www.talentilucani.it

www.ilresto.tv

www.sapereperfare.it

www.ilmiotg.it

www.artepress.it

notizie.virgilio.it

 
Pubblicato 02 Novembre 2011 Visite: 1554
Stampa
Pino Casamassima scrive per Il Corriere della Sera. Tra il 1976 ed il 1984 collabora con i quotidiani Il Giornale di Brescia e Bresciaoggi. Diventato professionista, oltre ad aver lavorato nelle redazioni di quotidiani e periodici, è stato inviato in Formula 1, opinionista per il web europeo del network americano CBS, oltre che consulente editoriale della Rizzoli libri. Autore de La Storia siamo noi, collabora con History Channel, l'Università Cattolica di Milano, L'Archivio storico della Resistenza bresciana e della Storia contemporanea. Ha pubblicato una ventina di libri, alcuni dei quali tradotti all'estero. L'ultimo libro, "Movimenti" è pubblicato da Sperling&Kupfer. "Gli Irriducibili", pubblicato da Laterza, ha avuto più edizioni. Fra gli altri titoli, I Sovversivi (Stampa Alternativa), Armi in pugno (Stampa Alternativa), Brigate Rosse (Newton&Compton), Il sangue dei rossi (Cairo), 68 - l'anno che ritorna con Franco Piperno (Rizzoli), Donne di piombo (Bevivino Editore), "La Fiat e Gli Agnelli, una storia italiana" (Le Lettere). Per il teatro ha scritto Strega! 15 quadri persecutori del XVI secolo nelle valli bresciane. Con il libro Il libro nero delle Brigate rosse ha vinto il premio Minturno 2008; con Il Sangue dei rossi ha vinto il premio Luigi Di Rosa 2011 ex aequo con Cuori neri di Luca Telese.

 

Pagina 3 di 4

<< Inizio < Prec 1 2 3 4 Succ > Fine >>

Libri

LibriLucaCaricato

Utenti online

Abbiamo 66 visitatori e nessun utente online

Login Form



| + - | RTL - LTR
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.